Decwriter III restoration

TO BE TRANSLATED

Oggi si e’ tenuto un meeting di riparazione e brainstorming nello stile dei nostri vecchi “TCPC” (Troppo Caffe’ Poco Cervello), antesignani degli odierni “Hackaton”. I presenti e gli ospiti di questa edizione sono stati Nignux, Geenna, Emanuele “Scinziatu”, Nino, Blackout69 e Jag Bot, autore di DIN IS NOISE e nostro ospite per un mese al Museo nell’ambito della sperimentazione della nostra idea di Hacker’s Residence 🙂

Scopo di questo TCPC e’ quello di riparare 2 alimentatori di telescriventi terminali hard copy DIGITAL DECWriter III; il primo appartenente al MusIF ed il secondo al MIAI di Cosenza.

Qualche tempo fa chiedemmo a Blackout69, tecnico molto esperto in riparazioni, di darci una mano con questa riparazione. La sua esperienza si e’ infatti rivelata determinante! Nell’alimentatore del MIAI e’ stato sufficiente sostituire un paio di condensatori elettrolitici in corto.

L’alimentatore del MusIF invece presentava problemi di altro tipo; i transistor erano letteralmente esplosi insieme a 2 resistenze da 1 Ohm. Il resto della componentistica e’ stato verificato e messo a posto. I transistor in questione erano degli SGS 1512782, una sigla custom e, a quanto risulta da qualche ricerca su Google, “militare”. Qualche misurazione sui transistor (buoni) dell’altro alimentatore ci mostra un hfe molto basso, il che li rende simili ai BU208, utilizzati spesso nello stadio ad alta tensione dei vecchi TV in bianco e nero.

Una ricerca nel nostro “deposito di vecchie schede” (una serie di casse contenenti schede elettroniche di recupero) ci ha permesso di trovere due di questi transistor, che si sono rivelati compatibili: dopo un attimo di panico dovuto ad un fusibile interrotto, l’alimentatore si e’ acceso e la DecWriter III e’ tornata a funzionare perfettamente! 🙂

Tra le altre attivita’ della giornata, Nignux ha restaurato e rimesso in funzione un Amstrad CPC-464, Geenna si e’ dedicato allo sviluppo di sistemi embedded, e Scinziatu si e’ cimentato nel tentativo di riparazione di un Sinclair Spectrum 48K senza pero’ riuscire nell’intento poiche’ il computer necessita di ricambi ed altri interventi che saranno fatti piu’ avanti.

Una discussione molto vecchia relativa a tentativi di riparazione di questi alimentatori e’ reperibile qui.

 

 

asbesto

Founder of this Museum ;)

Leave a Reply