Recupero dati da una EPROM… bruciata? ;)

Questo e’ un esperimento condotto alcuni mesi fa.

Una EPROM danneggiata, poiche’ inserita al contrario. Abbiamo chiesto di poterla visionare, dopo aver verificato alcune EPROM bruciate in nostro possesso. Ci e’ venuta una idea…

La EPROM era stata “aperta” dal proprietario, apparentemente per verificare qualche tipo di danno. Un microscopio USB ed un microscopio ottico ci hanno confermato il piu’ comune dei danni: i conduttori sui pin di alimentazione risultano interrotti, bruciati a causa dell’assorbimento di corrente dovuto all’inserimento della EPROM al contrario.

Immagine al microscopio ottico, che evidenzia le connessioni bruciate

Il lettore di EPROM ovviamente non legge nulla. Abbiamo cosi’ pensato: perche’ non tentare di ricollegare i microscopici filamenti ai piedini di alimentazione, per tentare una lettura?

Il risultato, su questa EPROM, non e’ andato a buon fine: la memoria viene riconosciuta, letta ma il contenuto e’ stato cancellato, probabilmente dalla alimentazione al contrario, o  forse danneggiata completamente.

Abbiamo ripetuto il test su un altra EPROM “appositamente bruciata” da noi, e siamo riusciti a leggerne il contenuto, e addirittura a riprogrammarla 🙂

Confermiamo quindi che questo tipo di intervento di recupero dati e’, a volte, possibile 🙂

Lascia un commento